IP o analogico?

Domanda: Vorrei installare un impianto di videosorveglianza da 16 telecamere per la mia abitazione. Premetto che posso eseguire tracce e che non ho problemi con passaggio di cavi o alimentazione. Inoltre, non ho problemi di spese, in quanto preferisco spendere di più se il prodotto è buono. Il mio dubbio era se improntare tutto su impianto IP oppure sull’analogico?

Risposta: L’IP è si una buona soluzione, ma ancora non ha i dispositivi di registrazione e di gestione dell’immagine che reggano la qualità delle telecamere e, oltretutto, ha un costo ancora molto alto per quello che offre.

Per farti capire, ad esempio, ci sono telecamere in Full HD, ma poi gli NVR (i registratori di telecamere IP) registrano e trasmettono le immagini ad una qualità di un terzo di quello che vedi…Oltretutto, le telecamere hanno ancora problemi con la visione notturna (e costano 400 € a telecamera…)

Se mi concedi, con una spesa ragionevole, puoi farti un super impianto di videosorveglianza in analogico (con elaborazione digitale) che ti da la possibilità di vedere bene in diretta, in streaming internet ed in registrazione. E tutto senza gli intoppi degli impianti IP ed a metà del prezzo.

Prenditi un impianto con telecamere 700TVL di risoluzione ed avrai ottimi risultati. Usa invece le telecamere IP più commerciali, se vuoi fare solo controlli di tanto in tanto da remoto sulla tua casa.

Dai un’occhiata qui: Telecamere di videosorveglianza

Box di alimentazione per telecamere

Domanda: Devo installare un impianto di videosorveglianza ed ho in progetto di far partire le alimentazioni delle 4 telecamere da un solo punto vicino al DVR. Si può fare? Esiste qualche box di alimentazione per 4 telecamere?

Risposta: Si, la cosa si può fare, anche se la migliore cosa da fare sarebbe sempre quella di mettere l’alimentazione vicino ad ogni telecamera, per via della possibile caduta di tensione dei 12Volts.

Puoi prendere un box di alimentazione, che puoi trovare nella pagina di questo link: Box di alimentazione

Il modello che devi scegliere per 4 telecamere è quello da 5 Ampère che ha 4 uscite a 12 Volts.

Unica accortezza non ti allontanare troppo (massimo 20-25 metri) e usa una buona sezione di cavo. Nella stessa pagina che ti ho linkato trovi anche cavi composti minicoassiale + alimentazione.

Videosorveglianza dipendenti: ecco le regole

A seguito delle centinaia di richieste giunte allo staff di antifurtiblog.com, abbiamo deciso di pubblicare un estratto contenente le regole su cosa fare in caso di installazione di un impianto di videosorveglianza, dove siano presenti dipendenti.

L’articolo è concesso in gentile concessione dalla Mondialtec Srl di Roma, azienda leader nella videosorveglianza.

Regole per telecamere.pdf

Full D1

Domanda: Che cosa vuole dire FULL D1 nei videoregistratori DVR?

Risposta: La sigla Full D1, significa che tutti i canali del tuo videoregistratore DVR, avranno una risoluzione 704×576 pixels in registrazione e con un’immagine senza scatti.

Fino ad ora, infatti, nella maggior parte dei DVR, si poteva già registrare tutte le telecamere in risoluzione D1 (704×576 pixel), ma bisognava rinunciare un qualcosina in fatto di fluidità dell’immagine, o altrimenti abbassare la risoluzione.

La differenza comunque tra un FULL D1 ed un modello classico non è molta e non sono ancora molte le macchine che hanno adottato il sistema, quindi non è facile ancora trovarle a buon prezzo.

Ecco un videoregistratore FULL D1 ad ottimo prezzo: Videoregistratori DVR Full D1

Tra l’altro per i professionisti, aziende di videosorveglianza professionali come la Mondialtec, già commercializzano videoregistratori DVR con risoluzione Effio ed HD-SDI (al momento ancora su richiesta, in quanto in fase di sperimentazione) che saranno il prossimo futuro.