Quali sono i collegamenti delle barriere infrarossi sulle finestre?

Domanda: Vorrei predisporre l’impianto antifurto con delle barriere a infrarossi nelle finestre. Il mio installatore mi ha consigliato di predisporre una scatola (503) sotto ogni finestra come punto di raccordo tra la centrale e i due lati delle finestre. Come avviene il collegamento tra le due barriere e la centrale ? Il cavo classico dell’allarme deve fermarsi nella scatola (503) oppure proseguire ad una delle due barriere ?

Risposta: Le barriere ad infrarossi per finestre, cioè quelle nere, fine e nere, funzionano con il principio di trasmettitore/ricevitore. In sostanza all’interruzione della comunicazione di un raggio o più raggi tra trasmettitore e ricevitore, viene emesso il segnale di allarme.

I collegamenti sulle due barriere sono diversi tra di loro:
– il ricevitore ha solitamente i seguenti collegamenti: 2 fili per il segnale d’allarme, 2 fili per l’alimentazione, 2 fili per l’anti-manomissione;
– il trasmettitore ha invece questi collegamenti: 2 fili per l’alimentazione, 2 fili per l’anti-manomissione.

Come puoi vedere, entrambi vanno cablati e sono molto simili, tranne che per il fatto che il ricevitore possiede anche i 2 fili che in caso di mancata ricezione, fanno partire l’allarme.

Perfetto quindi il sistema d’installazione con una scatola 503 come punto di raccordo.

Barriere infrarossi

Moduli espansione ingressi antifurto su più piani, ecco come gestirli

Domanda: Ho una casa a 3 piani e il mio installatore mi ha consigliato di mettere un modulo di espansione filare al piano terra ed un modulo di espansione al piano, mentre la centrale è in mansarda. A questo modulo di espansione possono essere collegati direttamente via filo anche la sirena (interna e\o esterna), la tastiera e qualsiasi altro dispositivo che compone l’antifurto (es. un eventuale badge come inseritore d’allarme) ? Oppure questi che ho appena elencato è meglio collegarli direttamente alla centrale ed il modulo di espansione serve solo per i sensori (volumetrici e barriere) ? Cosa mi consigliate?

Risposta: Mettere un espansore su ogni piano è una buona idea, perché puoi concentrare tutti i sensori su un solo punto e tirare poi un solo cavo tra un piano ed un altro. In pratica è come se tu avessi la centrale d’allarme su quel piano.

Solitamente, se parli di “espansori di ingressi filari”, la maggior parte di essi, sono predisposti solamente per gli ingressi di allarme, ossia per espandere le zone di allarme. In pratica hanno i morsetti per svariate zone di allarme più un collegamento BUS che arriva alla centrale.

Per quanto riguarda sirene, badge, tastiere, e gli altri dispositivi, in pratica, potrai collegarle all’espansore, ma solo se sono via BUS. Infatti, il BUS, a differenza del collegamento classico, funziona come una catena, in cui potrai collegare un dispositivo ad un altro (entro certi limiti di lunghezza).

Se, invece, hai dispositivi classici, dovrai collegare i cavi di questi direttamente alla centrale.

In generale, comunque, come abitudine preferisco personalmente sempre collegare gli altri dispositivi direttamente alla centrale, perché ha una scheda sicuramente più adatta allo scopo, e perché, collegando tutto quanto in cascata all’espansore, rischieresti che con un’interruzione del BUS ti giochi tutti i dispositivi in un solo colpo.

Insomma, ok per i sensori sugli espansori su ogni piano, ma lascia da parte sirene ed il resto.

 

Espansore ingressi antifurto