Cos’è il tamper nei sistemi di antifurto?

Domanda: Cos’è il “tamper” nei sistemi antifurto?

Risposta: Il contatto tamper, o anti-manomissione o 24h che a dir si voglia, è un contatto (quello che vedi in realtà sono due morsetti) presente sia sulla centrale di allarme che sui vari sensori e sulle sirene, il cui scopo è di entrare in funzione in qualsiasi momento della giornata, anche ad impianto di allarme spento, in modo da prevenire qualsiasi tentativo di manomissione.

In pratica, mentre il normale contatto di allarme farà scattare la sirena solo nel momento in cui abbiamo attivato l’allarme col telecomando, con la chiavetta, o con la tastiera e viene rilevata un’intrusione, il contatto tamper invece è sempre attivo 24 ore su 24, in caso qualcuno pensi di tagliare il filo o danneggiare il nostro dispositivo, anche se il nostro impianto è in OFF.

 tamper anti-manomissione

Contatti magnetici su alcune persiane mi danno falsi allarmi. Cosa devo fare?

Domanda: Ho installato 15 contatti magnetici in ferro, su delle persiane. Questi contatti sono divisi in 3 zone mediante delle serie. Il mio problema è che 2 di queste 3 serie di contatti magnetici, mi vanno continuamente in falso allarme. Per precisazione volevo aggiungere che subito dopo la persiana, ho un’inferriata e, quando chiudo la persiana, i contatti si avvicinano molto ad essa.

Risposta:  Premetto che il contatto magnetico è uno dei sensori d’allarme che, per caratteristiche, è più difficile da mandare in falso allarme.

Ci sono però delle considerazione che dovresti fare per capire dov’è il problema ed eliminarlo:

1) il fatto di acquistare un sensore magnetico in ferro o alluminio, non indica che il sensore è predisposto per metterlo sul ferro. Il contatto magnetico che non specifica che è adatto per superfici ferrose, si va piano piano a smagnetizzare, divenendo il tuo incubo per i falsi allarmi. Quindi assicuratene bene prima, chiamando l’azienda di riferimento;

2) la distanza di funzionamento del contatto magnetico è in media tra gli 1,5cm per i contatti meno buoni, ai 2,5cm – 5,5cm per i contatti magnetici di qualità, intendendo il distacco massimo tra il magnete e il reed. Questo valore che è quello dichiarato, però, scende sempre di alcuni punti in base alla superficie su cui è installato. Il magnete deve essere quindi ben piazzato e tenuto al massimo della sua vicinanza rispetto alla sua controparte, perché altrimenti, in base alle condizioni atmosferiche, alle oscillazioni della persiana, o all’età dei sensori, potrai avere facilmente dei falsi allarmi. Controlla bene quindi la distanza dei contatti tenendo anche conto che, se avevi preso come riferimento ciò che leggevi sulle specifiche tecniche, devi sempre calcolare che su alcune superfici il risultato cambia;

3) sempre per il punto precedente, il fatto che quando chiudi la persiana il sensore entri quasi in contatto con il ferro della grata, può abbassare la sua portata d’azione; generalmente non di tanto da darti un falso allarme, ma se eri già al limite con le distanze…

4) un giorno avevo un mio cliente che lamentava qualche problema con un contatto magnetico posto su una porta blindata. Sicuro del mio prodotto, ho voluto richiedergli una fotografia per meglio capire come l’aveva installato: il cliente aveva montato il contatto al contrario con la parte dove alloggia il reed, sulla parte esterna. Questo per farti capire che il contatto magnetico, anche se non sembra, ha un suo verso di installazione che, se non rispettato, può diminuire la sua efficacia e quindi andare in allarme facilmente.

5) in ultimo, un’ulteriore verifica rapida, la puoi fare sui fili che arrivano in centrale e con quelli che invece partono dal sensore. Prova a tirarli per vedere se sono lenti. Se per caso invece hai utilizzato vecchi cavi già esistenti, verifica l’integrità dei cavi che nelle parti finali possono risultare buoni, ma che magari invece nella loro parte centrale sono marci o rosicchiati da topi. Alcune volte se il cavo è rovinato, il problema potresti averlo anche solo in condizioni di umidità ad esempio.

contatti-magnetici