Sostituzione batterie tampone centrale antifurto

Il mio sistema di antifurto mi dice di cambiare la batteria tampone. Come è possibile che devo cambiarla se l’impianto è sempre rimasto connesso alla corrente? C’é qualche guasto?

La batteria tampone del sistema antifurto classico, va sostituita periodicamente almeno ogni 3-4 anni, per dare una funzionalità completa anche in caso di mancanza corrente.

Anche se l’antifurto è connesso continuamente alla corrente, la batteria tampone si ricarica continuamente, ma questa ricarica ha un ciclo di vita che dopo appunto circa 3-4 anni si esaurisce, così la batteria non si carica più e diventa inefficiente.

Sostituiscila con una batteria buona e segnati la data di sostituzione della batteria dell’antifurto, così che puoi ricordarti prontamente quando sarà la prossima data ideale.

spia-batteria-accesa

 

Sensori a tendina o Perimetrali esterni per la mia villa?

Per difendere il perimetrale della mia villa, sono meglio i sensori a tendina su ogni finestra o i sensori perimetrali esterni?

Secondo la mia esperienza i sensori a tendina sono tra i sensori che possono darti più fastidio di tutti. I sensori a tendina sono, infatti, dei sensori definiti come “da semi-esterno”, e ciò fa di loro dei sensori più da interno che da esterno.

Un sensore a tendina scatterà sicuramente con animali, sole, movimento di tende, ecc… perché non ha la tecnologia di un sensore da esterno vero e proprio.

Quindi, in generale funzionano sicuramente meglio i sensori da esterno puri, come i Takex della Mondialtec ad esempio che sono tra i migliori sensori da esterno in circolazione. Eccoti il link: sensori antifurto perimetrali professionali

sensori-perimetrali-esterni

Contatti magnetici: cosa cambia tra quelli ad incasso e quelli esterni?

Devo installare un contatto magnetico di apertura per la porta di ingresso. Cosa cambia tra un contatto magnetico ad incasso ed un contatto magnetico esterno?

A livello di funzionalità non cambia assolutamente nulla: tutti e due effettuano la funzione di darti l’allarme, non appena la porta verrà aperta e sono tutti e due affidabili allo stesso modo.

Molto cambia invece sull’aspetto della semplicità d’installazione e sull’estetica finale: il contatto magnetico ad incasso rimane praticamente invisibile una volta montato, perché rimane interno alla porta, ma bisogna avere un minimo di manualità o di pazienza per nascondere bene il tutto e per allineare bene le parti; al contrario il contatto magnetico esterno è molto più facile da installare, ma ti rimarrà a vista.

Se hai la possibilità insomma, a livello estetico ed anche ai fini della sicurezza, è meglio mettere il contatto magnetico incassato, altrimenti vai pure tranquillamente con quello esterno.

Attenzione solamente che non tutti i contatti magnetici ad incasso sono ideali per porta blindata, in quanto devi prendere i modelli specifici che non si smagnetizzano, come questi: contatti magnetici ad incasso specifici per porte blindate.

MC-03L marroni

Telecamere analogiche o telecamere digitali? Ecco la nuova svolta

Domanda: Devo acquistare un nuovo impianto di videosorveglianza per il mio negozio, ma sono un po’ confuso tra analogico e digitale. Quale dovrei scegliere secondo voi?

Risposta: Se la domanda me l’avessi fatta qualche mese fa, ti avrei risposto che dipendeva dalla qualità che vuoi ottenere. Ora però siamo ad una svolta epocale: l’analogico sparirà di qui a breve!

Ora grazie alle nuove tecnologie digitali su cavo classico coassiale o video balun, l’analogico è già stato sostituito dalla tecnologia HD su cavo coassiale. Una tecnologia completamente digitale per raggiungere facilmente risoluzioni Megapixel e con gli stessi costi dell’analogico e con la stessa facilità di utilizzo.

In più i nuovi sistemi sono totalmente retro-compatibili con le vecchie telecamere in caso dovessi solamente aggiornare un sistema vecchio.

Dai un’occhiata qui: sistemi di videosorveglianza HD digitali su cavo coassiale

telecamere-digitali

L’allarme definitivo per box, cantine e seconde case

La soluzione di allarme definitiva per box, cantine, barche, seconde case, ecc… è un prodotto tutto in uno wireless, a batteria e che incorpora in un solo oggetto allarme, combinatore telefonico GSM e telecamera.

Il sistema si presenta come un sensore di allarme di movimento, che però al suo interno ha una SIM card per inviare SMS e chiamate telefoniche, e una fotocamera ad alta risoluzione con led per la visione notturna. Tutto wireless e senza nemmeno dover attaccare la corrente.

Basta inserire una qualsiasi SIM card e premere un tasto del telecomando per attivare l’allarme: in caso di intrusione il sistema ti chiama, ti invia un SMS e ti invia una foto ad alta risoluzione per e-mail.

Un nuovo prodotto che risolve in un colpo solo, tutte le difficoltà eventuali di installazioni del genere, perché è totalmente wireless, non ha bisogno di corrente e funziona anche in caso taglino i fili della corrente (funziona con 2 pile stilo alkaline per più di 6 mesi), e si installa in meno di tre minuti.

Il prodotto in questione è venduto dalla Mondialtec di Roma, una delle ditte leader nel campo dei sistemi antifurto e di videosorveglianza, ed è acquistabile sul sito della casa stessa a questa pagina: Antifurto wireless con combinatore telefonico GSM e fotocamera

Kit antifurto sensore con telecamera kit con telecomando