Il combinatore telefonico GSM non prende? Tutte le alternative

Capita a volte che il combinatore telefonico GSM del sistema di allarme, proprio come succede con i cellulari, non ha un buon campo. Allora quali sono le alternative?

La prima cosa da fare, è verificare subito se il problema è nell’operatore telefonico o sull’area di casa in cui è stato installato. Basta infatti una parete in cemento o in pietra per bloccare il segnale GSM.

Quindi, prendiamo il nostro cellulare o smartphone e cominciamo a girare per casa, per vedere di trovare  un campo buono. Se non lo troviamo, tentiamo di fare la stessa cosa con i vari operatori disponibili: Vodafone, Tim e Wind.

In caso trovassimo che il problema sta nella posizione del combinatore telefonico, un’alternativa a spostare fisicamente il combinatore telefonico, è quella di acquistare una prolunga per antenna. Attenzione però a non prendere una prolunga troppo lunga (non più di 5 metri) altrimenti si incomberrebbe in una perdita di decibel.

Se non troviamo soluzione con le opzioni precedenti, potremo pensare ad installare un’antenna esterna che capti ed amplifichi il segnale GSM. Da segnalare però che l’antenna ha un costo relativamente alto.

Ultima alternativa rimane puntare su un combinatore telefonico su rete fissa, ricordando infatti che è sempre meglio avere questo tipo di soluzione, piuttosto che un combinatore GSM con una linea “ballerina”.

gsm-antenna

Presentata nuova centralina antifurto alto livello KAY1000

La Mondialtec Srl di Roma (www.mondialtec.it) leader negli antifurti, ha da poco presentato una centralina di alto livello nominata KAY1000 con la relativa tastiera parlante.
Questa centralina è molto versatile e consente di poter supplire praticamente a tutte le esigenze richieste da qualsiasi impianto di antifurto, sia esso per una villa, sia esso una banca, ma anche una semplice casa, ecc…
Vediamone insieme le caratteristiche principali.
Innanzitutto, la Mondialtec fornisce la centrale, già di base molto fornita, ma dove non dovessero bastare le caratteristiche di base, essa è tranquillamente espandibile con varie periferiche collegabili via BUS.

Tra le caratteristiche principali di base a livello hardware troviamo:
8 zone filari (espandibili a 96 zone);
4 uscite relè ed una open collector (espandibili fino a 16 uscite);
Tastiera parlante con LCD retroilluminato, navigatore e tastiera numerica (di serie);
Possibilità di aggiungere modulo radio da 32 zone con i relativi sensori e telecomandi a 4 pulsanti;
Programmazione via PC o tastiera;
BUS a 4 fili con protezione contro corti circuiti;
Secondo BUS per installare sensori in parallelo;
Alimentatore da 2A (espandibile con altri 3 alimentatori supplementari);
Fino a 32 chiavi digitali o di prossimità, ed 8 tastiere parlanti;
Possibilità di aggiungere combinatore telefonico GSM ad innesto sulla centrale.

Tra le caratteristiche software invece troviamo:
8 aree indipendenti ciascuna con le proprie zone, inseritori, codici, uscite e tempi;
Zone gestibili individualmente in modo diverso (NC, bilanciamento ad autoapprendimento o doppio bilanciamento; zona immediata o temporizzata; regolazione sensibilità ed impulsi; modifica nome; creazione di percorsi; numero di cicli d’allarme; comando on/off)
Regolatore di impulsi e regolatore di sensibilità del sensore programmabili via software senza bisogno di altri moduli aggiuntivi;
30 codici per inserimento/disinserimento aree;
Programmazione di inserimento/disinserimento automatico delle aree a seconda del giorno e dell’ora tramite timer, con programmazione specifica anche per i giorni festivi;
Memoria degli ultimi 1024 eventi visionabili da PC o da tastiera;
Gestione totale da PC;
Gestione remota da cellulare o da PC;
Combinatore telefonico con scelta automatica miglior gestore, invio credito residuo, ed altri invii di SMS per vari avvisi;

E tante altre programmazioni…INSOMMA DA PROVARE
Contatti: e-mail: mondialtec@mondialtec.it
web: www.mondialtec.it

Combinatore telefonico GSM o via cavo?

Domanda: E’ meglio scegliere un combinatore telefonico GSM o via cavo?

Risposta: Dalla nascita del combinatore telefonico GSM, il combinatore modello via cavo sta andando sempre di più sparendo dagli impianti di sicurezza. Pur effettuando il suo lavoro in modo altamente adeguato, infatti, il combinatore via filo sta divenendo sempre di più una tecnologia obsoleta vista la sua ampia vulnerabilità: al ladro basterebbe, infatti, occupare la linea telefonica del locale in cui vuole rubare per rendere l’apparecchio un oggetto inutile!
Al contempo il modello GSM è stata una grossa innovazione, perché non risente del problema sopraindicato e si comporta come un vero e proprio cellulare. C’è da dire che però, proprio per la sua somiglianza ai cellulari, esso se ne porta anche le difficoltà: se non di buona qualità e se non installato nel posto e nel modo corretto, l’apparecchio può incappare in problemi noti come la mancanza di campo. Inoltre, la SIM card presente all’interno dell’apparecchio deve essere del giusto operatore e deve essere ricaricata per evitare l’esaurimento del credito o la scadenza della stessa.
La Mondialtec Srl di Roma (www.mondialtec.it) offre ottimi combinatori telefonici GSM dotati oltretutto di tecnologie che scongiurano molti dei problemi sopra elencati. Tra le caratteristiche principali ed innovative ci sono il modulo Quadri-band e la selezione automatica del miglior operatore che eludono il dilemma fondamentale della cattiva ricezione, oltre al menù vocale, l’invio del credito residuo e la telegestione. Inoltre, sono auto protetti e predisposti per l’inserimento di una batteria tampone in modo tale che l’apparecchio funzioni anche se ne vengono tagliati i fili.