Singolo bilanciamento: cosa significa, come si fa e a cosa serve

Domanda: A cosa serve il singolo bilanciamento sulla zona e quando farlo

Risposta: Il singolo bilanciamento è una tecnica di installazione del sensore che permette una protezione leggermente superiore al classico NC sulla zona dell’allarme.

In particolare il sistema del singolo bilanciamento garantisce la protezione della zona da un sistema di sabotaggio noto come corto-circuito della zona.

In pratica, se un malintenzionato riuscisse a creare un ponte tra i due fili collegati alla zona della centrale, creerebbe appunto un corto-circuito, cioè un circuito chiuso, e in questo modo anche se il sensore andasse in allarme o se venissero tagliati i fili, essendo che i due fili sono stati chiusi da corto, la centrale non rileverebbe comunque l’allarme.

Il sistema a singolo bilanciamento, abbina quindi, al sistema classico, una resistenza che funziona come una sorta di carico che il sensore deve tenere sempre come riferimento. Se questo carico viene a mancare, scatta l’allarme. In questo modo, l’allarme scatterà sia nella normale situazione di apertura della zona di allarme, sia se qualcuno tentasse di effettuare un corto sui fili di allarme e tagliasse i fili del sensore, in quanto il carico non verrebbe più trovato dalla centrale.

Per effettuare un singolo bilanciamento, occorre mettere in serie sul sensore, una resistenza i cui valori sono stabiliti dalla centrale d’allarme che si possiede.

Si effettua un singolo bilanciamento, se si vuole incrementare leggermente il livello di sicurezza del proprio allarme. Non è fondamentale in quanto il corto-circuito sulla zona è un espediente sempre meno utilizzato dal ladro, ma può essere comunque un in più per ottenere più sicurezza.

Unica difficoltà sta nel fatto che occorre saldare la resistenza sul filo.

Si ringrazia per lo schema la Mondialtec di Roma, ditta specializzata e leader in sistemi di antifurto.

 

Singolo Bilanciamento

Proteggi il videoregistratore DVR in un armadietto

In pochi ci pensano, ma cosa succederebbe se durante un furto o un atto vandalico, dovessero danneggiarci il nostro videoregistratore DVR che contiene fondamentali immagini?

La prima cosa che si pensa per difendersi da questo è quella di posizionare il DVR in un luogo poco accessibile, come ad esempio sopra un armadio.

In realtà, la maggior parte delle volte, questa pratica si rivela solamente fastidiosa per il proprietario del DVR e per nulla sicuro. Bisogna immaginare, infatti, che il videoregistratore dovrà sempre essere accessibile anche a noi, quando vorremo effettuare lo scarico di immagini, intervenire nella programmazione, o semplicemente cambiare l’orario. Al ladro, invece, ci vorrà poco ad individuare dove è installato l’apparecchio, anche se ben nascosto.

Proprio per supplire a questa necessità, nascono gli armadietti per videoregistratori DVR di videosorveglianza. Una spesa in più, che però può rilevarsi spesso fondamentale, e a volte necessaria, come nel caso di videosorveglianze per condomini, supermercati, o locali accessibili a molti.

La Mondialtec, in particolare, produce in casa armadietti per DVR su misura, che nascono però dall’esperienza sul campo, con accortezze molto carine ed eleganti, per un lavoro pulito oltre che naturalmente sicuro.

Un esempio, nella foto sottostante.

Armadietto Blindato per videoregistratore videosorveglianza

Telecamere Megapixel

Domanda: Che differenza c’è tra una telecamera 700TVL ed una telecamera Megapixel?

Risposta: Le telecamere a 700TVL e le telecamere Megapixel, hanno due diversi modi di funzionamento: la prima è di tipo analogico con elaborazione digitale, mentre la seconda è di tipo digitale (solitamente è una IP camera).

La differenza sostanziale sta nella risoluzione. Si intendono infatti per telecamere Megapixel, tutte quelle che raggiungono appunto la risoluzione di almeno 1 Megapixel, cioè quelle telecamere che servono per creare una videosorveglianza in alta definizione.

Vediamo cosa vuol dire: le telecamere 700TVL hanno una risoluzione pari a 976×582 pixel, cioè 568.000 pixel.

Una telecamera in HD del tipo Megapixel raggiunge invece una risoluzione di 1280×960 pixel (talvolta ancora meglio 720), cioè 1.228.800 pixel uguale a 1.3 Megapixel.

Allo stesso modo una telecamera con risoluzione FULL HD avrà 1920×1080 pixel, pari a 2 Megapixel.

Salta subito all’occhio, quindi la differenza, ma gli impianti a 700TVL reggono ancora moltissimo la concorrenza per vari motivi:

1) gli impianti Megapixel costano ancora molto;

2) per le applicazioni web, come la visione da cellulare in remoto, le 700TVL sono molto più fluide, in quanto purtroppo in Italia non abbiamo ancora una banda internet potente per sfruttare le Megapixel in remoto. Inoltre, i software delle 700TVL sono testati e funzionanti da tempo;

Comunque ormai tutte le migliori ditte di videosorveglianza sono all’opera per portare innovazioni su entrambi i campi. Non ultima, la Mondialtec di Roma, ha tirato fuori una nuova linea Megapixel con tante funzioni molto carine ed NVR legati ad esso.

Si lavora insomma per il futuro, ma ci si mantiene comunque molto anche sul presente.

AVTECH Vendita

Domanda: Chi è il distributore dei videoregistratori DVR AVTECH su Roma?

Risposta: Il distributore su Roma e nel Lazio dei videoregistratori DVR AVTECH è la Mondialtec che è anche concessionario, ed è in grado di rifornire quindi pure gli installatori ed i rivenditori.

Hanno da poco aperto anche un sito web dedicato ai prodotti AVTECH:

Nuovo sito AVTECH-DVR: www.avtech-dvr.it

Link Mondialtec videoregistratori: www.mondialtec.it

Che cos’è l’ATR (Adaptive Tone Reproduction)?

Domanda: Che cos’è l’ATR nelle telecamere di videosorveglianza?

Risposta: L’ATR (Adaptive Tone Reproduction) è il nuovo filtro adottato nelle più moderne telecamere con Sony Effio (vedi Mondialtec di Roma).

Il filtro ATR è nato come evoluzione del WDR (Wide Dynamic Range).

In sostanza, come il WDR, l’ATR consente di poter vedere soggetti o particolari, anche quando sono in penombra, effettuando un mega contrasto dinamico.

La Mondialtec finisce in TV

La Mondialtec, società leader nei sistemi antifurto e videosorveglianza, esce in TV presso una emittente giornalistica TV sul web.

Ecco la breve intervista, effettuata presso un negozio Mondialtec, che mostra tanti piccoli marchingegni di grande utilità.

Qui il link per vedere l’intervista del giornale web tv C6:

http://www.c6.tv/video/10830-sicurezza-tutti-i-sistemi-a-prova-di-ladro-o-di-marito

Blindare porta già esistente

Domanda: Ho già una porta di casa del tipo di quelle che danno direttamente quando compri l’abitazione. Sono incerta se farla blindare o se rifarla nuova. Che mi consigliate?

Risposta: Blindare una porta già esistente è una delle cose più sbagliate che si possano fare! Se poi aggiungi che le porte che danno a corredo dell’abitazione solitamente non valgono più di 200 €, ecco lì che la pappa è fatta!

Infatti, la porta installata ha un telaio, dei cardini ed una struttura in generale, fatta per sorreggere il suo peso (e talvolta neanche quello, visto quante ne cedono). Aggiungere zavorra alla porta significa ritrovarsi di lì a breve con una porta che cede, inizia a cigolare e si blocca. Ed oltretutto non è sicura per niente e talvolta costa quanto un a porta blindata nuova.

Con una spesa di 1300-1500 € invece ci si fa una buona porta blindata nuova e che dura tutta la vita (se fatta bene)!

Dai un’occhiata qui: www.mondialtec.it

Hanno tra le migliori porte di Italia ed hanno un prezzo ottimo. In più ti assicuro che è una spesa unica nella vita: io ho una porta blindata della Mondialtec da 18 anni e mai un intervento!

Sensore inerziale senza fili

Domanda: Esiste un sensore di vibrazione senza fili?

Risposta: Solitamente i sensori senza fili già fatti fanno pena… Quello che devi fare è prendere un buon sensore inerziale filo e collegarlo ad un trasmettitore senza fili.

Nella maggior parte dei casi, infatti, i sensori senza fili che funzionano da contatto magnetico d’apertura, sono anche trasmettitori senza fili con la possibilità di connettere sensori filo, come ad esempio sensori inerziali o anche sensori a tapparella.

Il miglior sensore inerziale in commercio è prodotto in Italia dalla Mondialtec di Roma (www.mondialtec.it).

Gli hanno sia bianchi che marroni e praticamente tutti cercano di copiarli da tempo senza riuscirci, o li comprano direttamente da loro.

Ecco il link diretto: http://www.mondialtec.it/ITA/ANTIFURTI/Contatto-Magnetico/IN4.aspx

Sony Effio

Domanda: Cos’è il Sony Effio presentato nella telecamera della Mondialtec a 700TVL?

Risposta: Il Sony Effio-E presente nelle nuove telecamere a 700TVL della Mondialtec di Roma, è il nuovo processore presentato dalla Sony per la nuova generazione delle telecamere ad altissima risoluzione (dalle 650TVL in su).

Il processore Effio-E, infatti, ha una potenzia doppia rispetto al precedente elaboratore digitale, e consente nuove migliorie e innovativi filtri come l’ATR (Adaprive Tone Reproduction), HCR (High Color Reproduction) ed il 2-DNR che essenzialmente danno tutti insieme un’immagine estremamente nitida e molto più fluida.

La tecnologia Effio-E è abbinata ai suoi nuovi sensori EXview HAD CCD II di cui il modello 960H è il più performante.

Essendo una tecnologia nuova la troverai in anteprima solo da esperti della sicurezza come la  di Roma (www.mondialtec.it).

La Mondialtec presenta la prima telecamera al mondo con risoluzione 700TVL

Sembrava ieri, quando la Sony fece l’annuncio dei nuovi sensori ad alta risoluzione per le telecamere. E bene, fino a ieri, al di là di sporadici tentativi di telecamere a 600TVL, le telecamere per TVCC a 540TVL erano un punto di riferimento per tutti coloro che desideravano vedere perfetto.

La notizia quindi è sensazionale, la Mondialtec di Roma (www.mondialtec.it) immetterà a breve sul mercato, la prima telecamera al mondo con 700 Linee TV di risoluzione.

La Mondialtec ha presentato la telecamera con una nuova etichetta: MTH Xperience, marchio che si addice in tutto e per tutto alle caratteristiche della nuova telecamera: oltre alla sua sbalorditiva qualità delle immagini, la Mondialtec ha creato questa telecamera raccogliendo i consigli di migliaia di installatori.

Il risultato è che la telecamera a 700TVL della Mondialtec ora è praticamente adatta per qualsiasi situazione.

A cominciare dal nuovo hardware: obiettivo giapponese 2,8-10mm con un angolo di apertura regolabile da 120 gradi ad un buon zoom, che renderà possibile scegliere anche all’ultimo momento cosa dovrà vedere la telecamera, per passare alla staffa 3D che consentirà di poter installare la telecamera dappertutto.

Ovviamente però le maggiori novità sono a livello software:

– il nuovo sensore “SONY 960H EXview HAD CCD II” il nuovo sensore di punta della casa giapponese con sensibilità fino a 0,001Lux F2.0;

– il potentissimo processore di immagini SONY Effio-E;

– i nuovi filtri ATR per ottenere un megacontrasto dinamico e l’HCR che darà colori estremamente brillanti;

– il WDR (Wide Dynamic Range) che consentirà di poter vedere anche soggetti in penombra;

– oltre all’anti abbagliamento, il menù OSD on board, il 2-DNR per diminuire il rumore video causato da cavi non adeguati o poca illuminazione, ed oltre a decine di altri filtri e elaborazioni digitali.

Insomma, alla presentazione la telecamera ha fatto un’ottima impressione a tutti coloro che l’hanno potuta ammirare.

D’altronde con quasi il doppio dei pixel rispetto a prima, e conoscendo le potenzialità della Mondialtec, non ci si poteva che attendere un risultato positivo come è stato.

Ora si attende solo la commercializzazione che avverrà a giorni ad un prezzo lancio incredibile. La Mondialtec ha colpito ancora!

Ecco il link per ammirare la nuova telecamera 700TVLhttp://www.mondialtec.it/ITA/VIDEOSORVEGLIANZA/Telecamere-Videosorveglianza.aspx