Kit Telecamere videosorveglianza automobili cosa scegliere?

Domanda: Da un po’ di giorni, scendo di casa e mi trovo la mia automobile graffiata o danneggiata. Penso di sapere chi è ma devo avere le prove. Mi sapreste consigliare un kit telecamere per videosorveglianza automobili?

Risposta: Per la videosorveglianza di automobili ti posso consigliare questo prodotto: http://www.mondialtec.it/ITA/VIDEOSORVEGLIANZA/Videosorveglianza-Automobile.aspx

E’ un mini dvr per videosorveglianza con registrazione su sd card, a cui puoi collegare fino a 4 microtelecamere grandangolari fornite a corredo.

Il sistema è in grado di registrare a rilevazione di movimento, in modo da registrare solo i dati che ti interessano. Quando ti serve, togli la SD card e rivedi le immagini sul PC o sul Mac.

Questo kit telecamere videosorveglianza automobili, inoltre è facile da installare perché basta collegarlo alla batteria dell’automobile o ad una qualsiasi batteria, e ti fornisce direttamente alimentazione per tutto il kit telecamere.

Kit-telecamere-videosorveglianza-automobili

Sicurezza videosorveglianza internet. La videosorveglianza su internet è sicura?

Domanda: Un amico informatico mi ha detto che la videosorveglianza da internet non è sicura, perché qualsiasi esperto in informatica potrebbe “intromettersi” nel mio collegamento internet tra le telecamere e il cellulare, e vedere anche lui le riprese delle telecamere. Vorrei sapere se è vero e se è possibile ovviare a tutto ciò.

Risposta: Partiamo dal presupposto che tutto ciò che è sulla rete internet è a rischio di hackeraggio, quindi anche la sicurezza sulla videosorveglianza internet è attaccabile. Sono entrati nei sistemi del Pentagono e ciò ti può far capire che nulla può essere sicuro.

Certamente non c’è modo di bloccare un eventuale “espertissimo” che utilizzi tutte le sue giornate di lavoro per cercare di bucare il tuo sistema, ma possiamo quantomeno complicare la cosa e renderla meno possibile, incrementando la sicurezza sulla videosorveglianza internet.

Il primo consiglio per la sicurezza sulla videosorveglianza internet, è di utilizzare un dvr un po’ più avanzato come questo: dvr videosorveglianza Mondialtec. Non è un caso che costi qualche euro in più, perché in questo caso il sistema è stato creato con una protezione di base molto più alta ed utilizza qualche espediente in più, come ad esempio la richiesta del codice captcha per evitare l’utilizzo di sistemi di hackeraggio automatizzati.

Secondo consiglio per la sicurezza sulla videosorveglianza internet è di NON utilizzare la porta 80, cioè la porta utilizzata comunemente per l’accesso internet.

Terzo consiglio per la sicurezza sulla videosorveglianza internet è quello di cambiare password regolarmente, magari utilizzando lettere, numeri e caratteri speciali.

A questo punto l’hacker dovrebbe conoscere innanzitutto il tuo indirizzo IP, poi la password e la porta utilizzata per il collegamento…Il sistema avrà comunque un minimo di vulnerabilità, ma sinceramente l’interesse dovrebbe essere davvero molto alto e quelli che lo sanno fare penso che puntino ben ad altro…ma la comodità di sorvegliare i tuoi ambienti da remoto è unica.

videosorveglianza-internet

Mi serve internet per realizzare un impianto d’allarme?

Domanda: Vorrei sapere gentilmente se mi serve anche internet per realizzare un impianto d’allarme nella mia casa in campagna

Risposta: Assolutamente no. Non ti serve per forza internet per realizzare un impianto di allarme.

Considera che internet per un sistema di allarme è puramente un lusso che dà più comodità e funzionalità, ma il 95% degli impianti di allarme non utilizza internet.

La funzione di internet in un impianto di antifurto permette, infatti, di poter interagire col proprio smartphone o PC da remoto per effettuare una tele-gestione dell’impianto anche quando sei fuori casa. L’antifurto, però, anche senza internet, invia segnalazioni sonore e può essere connesso ad un sistema di avviso telefonico che ti avvisa quando sei lontano da casa, in caso di allarme.

In un impianto di telecamere per la videosorveglianza, invece, le telecamere ed il videoregistratore lavorano effettuando registrazioni dei vari avvenimenti e dandoti una panoramica dei vari lati della tua casa quando sei dentro. Se in più hai internet, puoi anche effettuare la stessa sorveglianza anche quando sei in ufficio, o in un’altra città, garantendoti una visione in diretta della situazione. Si tratta quindi anche qui di un “in più” che certo è comodo, ma non necessario.

antifurto con collegamento internet

Telecamere analogiche: meglio utilizzare il cavo RG59 o il CAT5?

Domanda: Per fare un impianto di videosorveglianza con telecamere analogiche è meglio usare cavo RG59 o  UTP CAT5 con video balun? E l’audio ? Inoltre, qualora in futuro volessi sostituire l’impianto con telecamere digitali, il cavo UTP CAT5 andrà sostituito? E per l’audio?

Risposta: Il cavo UTP CAT5 in abbinamento ai video balun, non ha controindicazioni con le telecamere analogiche, anzi permette anche di fare tratte più lunghe (anche 300-400 metri) senza perdite rispetto al classico RG59.

Nel tuo caso in particolare, ti consiglio la soluzione cavo CAT5 per due motivi:

1) il cavo CAT5 ha 8 fili di cui 2 verranno utilizzati per collegare i video balun. Sfuttando altri 2 fili potrai portarti anche l’audio sullo stesso cavo. Ti basterà crearti un attacco di tipo RCA all’inizio ed alla fine del cavo;

2) in proiezione di voler forse cambiare l’impianto con telecamere digitali in un prossimo futuro, ti troverai i cavi che ti servono già pronti. Dovrai solamente cambiare i connettori.

Per quanto riguarda invece l’audio su telecamere digitali, esso viene gestito direttamente sull’attacco ethernet senza bisogno di altri fili. In pratica il collegamento ethernet gestisce insieme audio e video.

Cat_5

 

VIDEO: Push Video Mondialtec, il video-allarme di Mondialtec

Essere avvisati sul telefonino in caso di allarme è certamente comodo, ma avere anche una verifica video immediata dell’evento è tutta un’altra storia…

Se poi tutto questo lo fa il nostro impianto di videosorveglianza, la comodità diventa doppia.

In questo video l’allarme Push Video degli impianti di videosorveglianza Mondialtec. Buona visione:

TV come monitor per videosorveglianza: attenzione alle multe

In videosorveglianza, è ormai sempre più in voga l’uso di TV al posto dei classici monitor di videosorveglianza.

Non tutti, però, sanno che l’uso dei TV in ambiti di negozi, è sottoposto al controllo della SIAE, che per questo motivo richiede appunto un pagamento. Naturalmente anche  per gli ignari negozianti all’oscuro, in caso di mancato pagamento di questa tassa, si va incontro a delle sanzioni, talvolta anche molto salate (dai 1000 € ai 3000 €).

Per evitare tutto ciò è bene quindi premunirsi di monitor per videosorveglianza.

Ecco dove trovarli: http://www.mondialtec.it/ITA/VIDEOSORVEGLIANZA/Monitor-Video-sorveglianza.aspx

Monitor videosorveglianza 17'' LCD

Proteggi il videoregistratore DVR in un armadietto

In pochi ci pensano, ma cosa succederebbe se durante un furto o un atto vandalico, dovessero danneggiarci il nostro videoregistratore DVR che contiene fondamentali immagini?

La prima cosa che si pensa per difendersi da questo è quella di posizionare il DVR in un luogo poco accessibile, come ad esempio sopra un armadio.

In realtà, la maggior parte delle volte, questa pratica si rivela solamente fastidiosa per il proprietario del DVR e per nulla sicuro. Bisogna immaginare, infatti, che il videoregistratore dovrà sempre essere accessibile anche a noi, quando vorremo effettuare lo scarico di immagini, intervenire nella programmazione, o semplicemente cambiare l’orario. Al ladro, invece, ci vorrà poco ad individuare dove è installato l’apparecchio, anche se ben nascosto.

Proprio per supplire a questa necessità, nascono gli armadietti per videoregistratori DVR di videosorveglianza. Una spesa in più, che però può rilevarsi spesso fondamentale, e a volte necessaria, come nel caso di videosorveglianze per condomini, supermercati, o locali accessibili a molti.

La Mondialtec, in particolare, produce in casa armadietti per DVR su misura, che nascono però dall’esperienza sul campo, con accortezze molto carine ed eleganti, per un lavoro pulito oltre che naturalmente sicuro.

Un esempio, nella foto sottostante.

Armadietto Blindato per videoregistratore videosorveglianza

Gruppi di continuità UPS

I gruppi di continuità, detti anche UPS, sono dei dispositivi sostanzialmente formati da un caricabatterie e varie batterie ricaricabili al piombo messe insieme, per creare una sorta di batteria più grossa.

Infatti, il gruppo di continuità serve come batteria tampone per tutti i dispositivi elettronici e di sicurezza, in modo che quando vada via la corrente, essi continuino a funzionare.

Molto spesso, un UPS viene usato ad esempio come batteria di emergenza per gli impianti di videosorveglianza, dove potrebbe infatti essere fondamentale in caso di tentativo di furto.

L’UPS serve anche come stabilizzatore di corrente, ed è quindi importante avere un UPS di buona fattura.

Una buona linea è acquistabile a Roma presso la Mondialtec.

PoE, la nuova tecnologia per alimentare le cave con un solo cavo

Il PoE (Power Over Ethernet) è una nuova tecnologia già nota agli esperti di reti LAN, ed ora integrata in alcune telecamere IP per la videosorveglianza, in grado di fornire sia alimentazione che segnale video, il tutto con un solo cavo ethernet (cioè i classici cavi di internet ADSL).

Tra gli apparati di videosorveglianza con l’alimentazione PoE, notiamo molte telecamere, ma pochi NVR che ne supportino l’alimentazione. Infatti, molto spesso il PoE viene effettuato tramite apparati esterni, che però sono abbastanza costosi.

Tra le ditte che già commercializzano videoregistratori NVR con PoE integrato, c’è la Mondialtec Srl di Roma (www.mondialtec.it), che offre già vari sistemi con PoE intergrato ad un prezzo molto competitivo. Grazie a questo sistema, ora si potrà cablare ed alimentare il nostro sistema di videosorveglianza anche con un solo con cavo ethernet.

Attenzione, però, a non esagerare con le distanze…

Box di alimentazione per telecamere

Domanda: Devo installare un impianto di videosorveglianza ed ho in progetto di far partire le alimentazioni delle 4 telecamere da un solo punto vicino al DVR. Si può fare? Esiste qualche box di alimentazione per 4 telecamere?

Risposta: Si, la cosa si può fare, anche se la migliore cosa da fare sarebbe sempre quella di mettere l’alimentazione vicino ad ogni telecamera, per via della possibile caduta di tensione dei 12Volts.

Puoi prendere un box di alimentazione, che puoi trovare nella pagina di questo link: Box di alimentazione

Il modello che devi scegliere per 4 telecamere è quello da 5 Ampère che ha 4 uscite a 12 Volts.

Unica accortezza non ti allontanare troppo (massimo 20-25 metri) e usa una buona sezione di cavo. Nella stessa pagina che ti ho linkato trovi anche cavi composti minicoassiale + alimentazione.