Nuovo video che mostra la potenza della centrale Mondialtec con tastiera touch screen, internet e domotica

In questo video, una breve panoramica che mostra le potenzialità della centrale d’allarme Mondialtec, con tastiera touche screen, GSM integrato, gestione totale tramite internet e smartphone e tablet, e domotica integrata.

Il video mostra in modo reale direttamente sulla tastiera dell’antifurto, tutto ciò che l’utente si ritroverà di fronte e le varie possibilità che la centrale d’allarme offre.

La centrale Mondialtec in questione è questa: Centrale d’allarme Mondialtec

Ecco il video:

Centrale antifurto con Arduino: spiegazione completa

Da qualche mese, si è ormai affacciata con grande forza nel mondo dell’elettronica la nuova piattaforma Arduino, un sistema che consente di crearci qualsiasi sistema elettronico desideriamo anche a casa: basta avere uno starter kit e imparare il linguaggio di programmazione.

Anche se non si conosce il sistema di programmazione, si possono in ogni caso ricavare da internet una miriade di sistemi già fatti, con tanto di schema di collegamenti e testo del programma già pronto.

Oggi andiamo a vedere un progetto di una centrale antifurto che potremo replicare anche a casa:
http://www.arduoalarm.blogspot.it/

arduino316

Tele gestione antifurto: le novità del 2013

La sicurezza degli impianti antifurto filari, per le aziende di un certo spessore sembra arrivata ad un livello ottimale e ormai quasi insormontabile.

C’è chi propone allora centrali antifurto con l’intento della massima personalizzazione, e chi invece punta ad un software snello e rapido da programmare anche da tastiera, lavorando però molto sull’interazione tra proprietario e gestione sistema di allarme da ovunque ci si trovi.

Il trend del 2013, sarà infatti questo, e c’è chi, come la Mondialtec, ha deciso di puntare dritto su centrali antifurto di facile comprensione ed utilizzo, ottima componentistica e massima interazione anche quando non si è in casa, per capire e intervenire subito sempre.

Allora ecco che per il 2013 la Mondialtec propone due centrali antifurto con interessantissimi valori aggiunti, ma che sono chiare e facili da utilizzare sia da privati che da installatori. Le nuove centrali della Mondialtec consentono, infatti, la totale tele gestione dell’impianto tramite chiamate vocali o SMS. Le centrali, oltre ad essere controllabili da telefonino, inviano infatti SMS di notifica eventi con il nome della zona in allarme, o l’evento occorso come la mancanza di corrente, ecc… Tutto in modo nativo, senza componenti aggiuntivi.

La versione top della centrale d’allarme Mondialtec propone, invece, oltre al controllo da telefonino, anche il controllo da internet tramite schermata grafica su tablet, PC e smartphone, e cosa da non sottovalutare, la gestione remota da parte del nostro installatore, che sarà in grado di intervenire in modo immediato sull’impianto tramite il software di programmazione della centrale.

Ovviamente il software può essere utilizzato anche in modo autonomo dal privato stesso che voglia avere il massimo controllo della situazione in ogni momento.

Il trend del 2013 sarà pertanto la tele gestione da cellulare e da internet, meglio se semplice e integrato come quello della MondialtecBuona sicurezza a tutti!

 

Come attaccare i cavi ad una centralina antifurto

Domanda: Salve era intento nell’acquisto di una centralina antifurto per la mia casa e stavo optando per un via filo. Vorrei sapere come attaccare i cavi alla centralina antifurto ed ai vari componenti.

Risposta: Il collegamento dei fili alla centralina antifurto è su per giù standard come teoria. All’atto pratico però puoi spesso trovarti in mano funzioni diverse e schemi elettrici particolari.

Il mio consiglio è quindi di puntarne una e studiare su quella. Poi vedrai che le altre le capirai meglio.

Per fare questo però ti consiglio di acquistare l’apparecchiatura da un negozio di professionisti e dove ci sia qualcuno che sia disposto a seguirti passo passo.

Personalmente ti consiglio di andare alla Mondialtec di Roma (www.mondialtec.it). Noi la prima volta siamo andati lì ed un ragazzo ci ha presi da parte e ci ha spiegato per filo e per segno tutto quello che poteva servirci.

E pensa che adesso facciamo i tecnici d’antifurto di mestiere e compriamo regolarmente da loro, perché sono sempre all’avanguardia ed offrono un’assistenza incredibile.

Come centralina vediti la loro Vision-8 che è molto carina, completa, semplice da utilizzare, e ti dà ampio spazio per i collegamenti.

Alimentatore centrali antifurto

Domanda: A cosa serve l’alimentatore in una centralina d’allarme antifurto? Come posso calcolare se il mio alimentatore è sufficientemente potente?

Risposta: La centrale antintrusione, oltre alla gestione di tutte le funzioni dell’impianto, deve dare l’energia necessaria al suo funzionamento.
In presenza della tensione di rete tale energia è fornita dall’alimentatore, mentre nel caso di mancanza rete la corrente è data dalla batteria tampone presente all’interno della centrale e negli altri dispositivi autoalimentati dell’impianto.
Una buona alimentazione è fondamentale per il corretto funzionamento dell’impianto e per la sua durata nel tempo. Sempre meglio poi che esso sia separato e non integrato a bordo del circuito della centralina, cosicchè ad un eventuale rottura del solo alimentatore non si debba essere costretti a cambiare tutta la centralina intera, ma solo il singolo componente.
Come detto l’alimentatore deve supplire alimentazione all’intero impianto e ricaricare le batterie tampone presenti sull’impianto.
Per sapere quindi se l’alimentatore è sufficientemente potente occorre fare un breve calcolo ottenibile prendendo i dati dell’impianto:
1) Prendere i dati degli assorbimenti a riposo ed in allarme dei vari dispositivi (centrale, sensori, ecc.) che sono rilevabili dai dati forniti dal costruttore (vedi le caratteristiche tecniche contenute nelle istruzioni);
2) Individuare la capacità della batteria tampone.
Applicare quindi questa formula:
Cu = (∑Cb : Tr) x 0,8 + Cr

dove:
Cu = Corrente in uscita dall’alimentatore;
∑Cb = Somma di tutte le capacità delle batterie tampone presenti nell’impianto;
Tr = Tempo minimo di ricarica delle batterie in ore;
Cr = assorbimento di corrente a riposo di tutti i dispositivi alimentati dalla centrale in Ampere.

Ad esempio:
Applicando la formula ad esempio, con una batteria tampone in centrale di 7 Ah ed un consumo totale a riposo di 0,2 A, supponendo di avere un’altra batteria tampone per la sirena esterna autoalimentata da 2 Ah e di avere un tempo minimo di ricarica di 12 ore, si ottiene:
[(7 + 2) : 12] x 0,8 + 0.2 = 0,8 A
La nostra centralina dovrà essere in possesso di un dispositivo d’alimentazione che eroghi quantomeno 0,8A. Vista però la tendenza di alcuni costruttori di gonfiare un po’ questo valore, ed il fatto che sarebbe sempre bene evitare di usare l’alimentatore al massimo delle sue capacità, consiglio vivamente di scegliere una centralina con un’alimentazione molto superiore in modo che lavori quasi a freddo e non scaldi, oppure di ricorrere ad alimentazioni esterne supplementari (non tutte le centraline dispongono di questa opzione) cosicchè il lavoro degli alimentatori sia ripartito tra più dispositivi che lavorerebbero così più tranquillamente.
La Mondialtec Srl (www.mondialtec.it) azienda di antifurti e sistemi di sicurezza sita in Roma, di questa faccenda ne ha fatta una filosofia ed infatti tutt’oggi dopo 30 anni le loro centraline appaiono ancora perfettamente funzionanti. Se fossi interessato a loro, naturalmente adesso hanno nuove e belle centrali di ultima tecnologia, alcune delle quali anche con alimentazioni supplementari in box.

Consiglio su prima centralina antifurto

Domanda: Sono un novello installatore ed avevo intenzione di entrare nel campo dell’antifurto. Vorrei, quindi, un consiglio su quale centrale antifurto utilizzare come prima esperienza.

Risposta: Benvenuto nel mondo degli antifurti! Essenzialmente le centrali a microprocessore di ultima generazione hanno diviso in due fasi l’installazione di un antifurto: installazione meccanica (cioè il dove e come mettere i fili) e la fase di programmazione della centralina.
Se bene o male la prima fase è comune a molte centraline antifurto, la seconda varia per tutte le centrali e può quindi essere lunga, ma ricoprire ogni tipo di situazione possibile, oppure veloce ma essenziale.
Per il tuo caso ti consiglio la seconda soluzione (almeno per cominciare), infatti nell’agitazione delle prime esperienze, se utilizzassi una centralina complicata potresti dimenticare qualche parametro in programmazione. Se poi qualcosa dovesse andare storto non sapresti se è un problema di programmazione o di cablaggio…
Ti consiglio quindi come primo passo le centraline entry level della Mondialtec Srl (www.mondialtec.it). Vedi ad esempio la centrale d’allarme G4. Sono semplici, essenziali e di rapida installazione, ma nello stesso momento sono molto avanzate ed assicurano un’ottima durata nel tempo.
Inoltre, avrai un supporto tecnico continuo dall’inizio alla fine della tua esperienza; per le prime volte sono anche disposti ad accostarti uno dei loro uomini direttamente sul campo per renderti sicuro, finchè non camminerai con le tue gambe!
In poco tempo vedrai che potrai passare alle altre centraline della Mondialtec fino ad arrivare a quelle tuttofare di più alta fascia in poco tempo (vedi ad esempio la centrale d’allarme Kay1000) soprattutto se sei uno a cui piace il campo dei computer, ecc…

Centralina antifurto G4

Centraline antifurto

Domanda: Che tipi di centraline ci sono in commercio?

Risposta: La domanda è un po’ generica perchè esistono centinaia di tipi di centraline antifurto, quindi mi sembra più adatto basarsi sui prodotti di una singola azienda che offre prodotti antifurto di qualità a buon prezzo come la Mondialtec Srl di Roma (www.mondialtec.it).

La Mondialtec offre tre tipi di centraline:

Entry level – cioè centraline per chi non ha bisogno di particolari necessità, ma vuole semplicemente che l’antifurto faccia il suo dovere di innestarsi e suonare. La programmazione di queste centraline risulta quindi basilare ed essenziale, e quindi adatta a molti, ma presenta comunque le regolazioni fondamentali per un impianto di sicurezza. Proprio per quello che ho descritto il loro prezzo è relativamente basso.

Semi Pro – qui le cose risultano un pochino più avanzate in fatto di programmazione e di carico dell’impianto, pur mantenendo però un velo di semplicità di utilizzo e di funzioni. E’ infatti disponibile una più ampia varietà di scelta di programmazione (inserimento allarme perimetrale, o totale; bilanciamento delle zone; possibilità di scegliere quali zone temporizzare e quali non; ecc…) ed una struttura elettronica più adatta a sorreggere carichi elevati (di sensori, sirene, ecc…). L’impianto sarà quindi buono e sicuro anche se di grandi dimensioni ed il suo prezzo sarà di medio impatto ma assolutamente non alto.

Pro – la Mondialtec ha pensato che questo tipo di centraline doveva essere adatto per qualsiasi tipo di impianto antifurto e per qualsiasi esigenza. Ed infatti lo è: la struttura sorregge bene un grosso impianto, e dove non dovesse sorreggerlo o non dovesse possedere le cose richeiste, sono disponibili espansioni facilmente installabili (espansione per sensori senza filo e telecomandi, espansione per aumentare i sensori, espansione per alimentazione, ecc…) . La programmazione della centralina è incredibilmente versatile prevedendo qualsiasi tipo di necessità da parte dell’installatore, dell’utente e dell’ambiente d’installazione. Ci sono poi delle chicche come la tastiera parlante o la gestione da remoto che rendono felice anche l’utente finale. Il tutto poi non presenta nemmeno un costo eccessivo. Risulta, però, più lungo da impostare per l’utente non esperto (se volesse impostare ogni singola cosa), anche se in realtà effettuando l’impostazione tramite computer, questo problema viene supplito ed anzi risulta molto agevole.

Tutti i tipi di centraline descritte, qualsiasi sia il loro livello, comunque, sono di livello professionale e quindi sono di ottima fattura ed hanno un’ottima durata negli anni.
Diffidate invece da quegli antifurto da supermercato o dagli installatori di passaggio!!! Rivolgetevi ad un’azienda specializzata che oltretutto vi offrirà assistenza e garanzia nel tempo e sa cosa monta (www.mondialtec.it.

Presentata nuova centralina antifurto alto livello KAY1000

La Mondialtec Srl di Roma (www.mondialtec.it) leader negli antifurti, ha da poco presentato una centralina di alto livello nominata KAY1000 con la relativa tastiera parlante.
Questa centralina è molto versatile e consente di poter supplire praticamente a tutte le esigenze richieste da qualsiasi impianto di antifurto, sia esso per una villa, sia esso una banca, ma anche una semplice casa, ecc…
Vediamone insieme le caratteristiche principali.
Innanzitutto, la Mondialtec fornisce la centrale, già di base molto fornita, ma dove non dovessero bastare le caratteristiche di base, essa è tranquillamente espandibile con varie periferiche collegabili via BUS.

Tra le caratteristiche principali di base a livello hardware troviamo:
8 zone filari (espandibili a 96 zone);
4 uscite relè ed una open collector (espandibili fino a 16 uscite);
Tastiera parlante con LCD retroilluminato, navigatore e tastiera numerica (di serie);
Possibilità di aggiungere modulo radio da 32 zone con i relativi sensori e telecomandi a 4 pulsanti;
Programmazione via PC o tastiera;
BUS a 4 fili con protezione contro corti circuiti;
Secondo BUS per installare sensori in parallelo;
Alimentatore da 2A (espandibile con altri 3 alimentatori supplementari);
Fino a 32 chiavi digitali o di prossimità, ed 8 tastiere parlanti;
Possibilità di aggiungere combinatore telefonico GSM ad innesto sulla centrale.

Tra le caratteristiche software invece troviamo:
8 aree indipendenti ciascuna con le proprie zone, inseritori, codici, uscite e tempi;
Zone gestibili individualmente in modo diverso (NC, bilanciamento ad autoapprendimento o doppio bilanciamento; zona immediata o temporizzata; regolazione sensibilità ed impulsi; modifica nome; creazione di percorsi; numero di cicli d’allarme; comando on/off)
Regolatore di impulsi e regolatore di sensibilità del sensore programmabili via software senza bisogno di altri moduli aggiuntivi;
30 codici per inserimento/disinserimento aree;
Programmazione di inserimento/disinserimento automatico delle aree a seconda del giorno e dell’ora tramite timer, con programmazione specifica anche per i giorni festivi;
Memoria degli ultimi 1024 eventi visionabili da PC o da tastiera;
Gestione totale da PC;
Gestione remota da cellulare o da PC;
Combinatore telefonico con scelta automatica miglior gestore, invio credito residuo, ed altri invii di SMS per vari avvisi;

E tante altre programmazioni…INSOMMA DA PROVARE
Contatti: e-mail: mondialtec@mondialtec.it
web: www.mondialtec.it

Antifurti computer

Domanda: Esistono centraline antifurto programmabili da computer? Me ne sapreste consigliare una?

Risposta: Certo che esistono. La Mondialtec Srl di Roma (www.mondialtec.it), leader nei sistemi antifurto, ha da poco presentato una centralina con tastiera parlante di alto livello, ma di costo contenuto, la quale ha la possibilità di effettuare qualsiasi programmazione ci venga in mente per le nostre esigenze. Ovviamente è possibile interfacciarla ad un computer per meglio gestirla, ed addirittura comandarla e gestirla da remoto. Il nome della centralina è KAY1000 e la potete trovare sul sito www.mondialtec.it