Come inserire la centrale d’allarme da telecomando

Domanda: Posso comandare la centrale sia con inseritori che con un contatto relè comandato da ricevente e trasmettitore?

Risposta: La maggior parte delle centrali d’allarme filari, per l’inserimento utilizza chiavi elettroniche oppure ha come optional, tra i vari moduli, anche una scheda wireless per poter effettuare inserimenti da telecomando.

Molte di queste centrali, però prevedono anche un morsetto “Chiave esterna” a bordo centrale che permette di interfacciare schede telecomando universali o l’uscita di un combinatore telefonico dotato di telegestione.

Se pertanto la tua centrale d’allarme prevede un morsetto del genere, anche se si chiama in modo differente, esistono in commercio varie schede telecomando universali o combinatori telefonici con la telegestione.

Ti basterà interfacciarlo per poter inserire/disinserire la centrale sfruttando questo morsetto o relé.

telecomando antifurto universale

Inseritori antifurto

Domanda: Mi sono fatta fare un preventivo d’antifurto per la mia casa e l’impianto prevede l’installazione di un “inseritore antifurto” con le chiavi elettroniche. E’ sicuro o è meglio la tastiera?

Risposta: Forse la tastiera l’hai vista in tanti film (americani) ed allora ti sembra più sicura…in realtà però le chiavi elettroniche hanno una maggiore sicurezza e molta più praticità.

Si tratta, infatti, solo di infilare e sfilare una chiave elettronica in una toppa. Le chiavi, negli impianti più buoni, cambiano codice praticamente ad ogni inserimento o hanno una codifica a 32 bit o più (il che vuol dire miliardi di combinazioni possibili), e sono quindi impossibili da copiare.

Al contrario, invece, la tastiera è più lenta come meccanismo: ogni volta devi premere il codice (senza sbagliare) e premere un tasto di conferma. Naturalmente se qualcuno riesce a sbirciare il tuo codice, ecco fatto che può tranquillamente entrare a casa senza problemi.

A volte puoi anche farti installare entrambe le tecnologie (inseritori antifurto e tastiera), ma come detto il sistema con le chiavi è molto più rapido e sicuro.

Se ti perdi una chiave poi basta cancellarla e riprogrammarne un’altra…

Inseritori per antifurto

Domanda: Come si fa ad inserire l’antifurto?

Risposta: Dipende dalla centralina, ma essenzialmente ci sono 4 modalità tra le più in voga:
1) Chiave meccanica ON/OFF: si usa una vera e propria chiave che va infilata in una apposita serratura; inserendo la chiave e girandola da una parte o dall’altra si inserisce o disinserisce l’antifurto, dando un impulso elettronico alla centralina.
E’ la soluzione più economica, ed è adattabile a tutte le centraline, ma è anche la meno sicura se non ben protetta.
2) Chiave elettronica: a seconda della centralina può essere registrata con codici di un numero svariato di bit (16bit, 32bit, 64bit, ecc…) e talvolta può anche usare una cifratura rolling code, cioè a codice che cambia ogni volta che la si inserisce. Con le ultime centraline, è impossibile copiare una chiave a meno che non lo si faccia entrando in programmazione della centralina (cioè facendo quello che fa un installatore). Esistono anche modelli di chiavi a lettura di prossimità.
E’ probabilmente la migliore soluzione in termini sia pratici che economici che di sicurezza.
3) Telecomando: sulla falsa riga della chiave elettronica, ma consente di attivare l’impianto da lontano e dove non ci sia possibilità di arrivare col passaggio di cavi per mettere un inseritore di chiave elettronica.
Buono, ma ove possibile è preferibile la chiave elettronica, anche per un fatto di maggior facilità di capire se l’impianto è attivato o meno, e per una maggiore stabilità del prodotto rispetto al telecomando, senza poi contare che nel caso del radiocomando occorre cambiare le pile di tanto in tanto.
4) Tastiera: digitando un codice personale si può attivare/disattivare l’impianto e talvolta effettuare altre operazioni come controllare lo stato dell’impianto. Alcune tastiere parlano anche.
E’ una soluzione più scenica che utile, ed oltretutto è la più costosa. Il codice poi potrebbe essere sbirciato…Rimane comunque una soluzione valida, ma solo per la gestione dall’interno del locale, e per utenti con più dimestichezza nel campo.
La Mondialtec Srl di Roma (www.mondialtec.it) propone tra i suoi prodotti, centraline con inseritori di tutti i tipi sopra descritti tra cui chiavi elettroniche, chiavi elettroniche di prossimità, tastiere parlanti, telecomandi, ecc… accontentando tutti i tipi di clientela.

Tastiera o chiave elettronica

Domanda: Ho un amico che nel suo antifurto ha una tastiera, io invece possiedo la chiave elettronica. Qual è meglio?

Risposta: La risposta è che sono essenzialmente uguali. Quasi sempre poi vengono addirittura poste insieme. Il fatto è che alcune centraline richiedono obbligatoriamente una tastiera con la quale l’installatore deve effettuare la programmazione, mentre nelle altre centraline la programmazione la si fa direttamente a bordo della macchina, dove molto spesso è presente anche un piccolo display Lcd che offre indicazioni sullo stato dell’impianto. L’utente finale comunque non dovrà fare mai alcuna operazione se non quella di accendere e spegnere l’impianto e, talvolta, controllare che vada tutto a posto, cosa che si può fare benissimo ed in modo rapido con la chiave elettronica. Quest’ultima ha poi il vantaggio di non essere copiabile ed è pertanto sicura, mentre il codice immettibile da tastiera potrebbe sbirciarlo qualcuno…
Per questo come detto tante volte si usano entrambe le tecnologie: con la chiave attivo e disattivo l’impianto rapidamente, mentre con la tastiera controllo che tutto vada bene e posso magari usarla come secondo attivatore/disattivatore dell’allarme da dentro casa (magari per la notte).
La Mondialtec Srl di Roma (www.mondialtec.it), azienda leader in impianti di sicurezza, vende all’ingrosso, al dettaglio ed installa antifurti di tutti i tipi e per tutte le esigenze. Dispone di varie centraline con tastiera parlante, chiavi elettroniche, ecc…il tutto di alta qualità ed a buon prezzo.