Contatti magnetici: cosa cambia tra quelli ad incasso e quelli esterni?

Devo installare un contatto magnetico di apertura per la porta di ingresso. Cosa cambia tra un contatto magnetico ad incasso ed un contatto magnetico esterno?

A livello di funzionalità non cambia assolutamente nulla: tutti e due effettuano la funzione di darti l’allarme, non appena la porta verrà aperta e sono tutti e due affidabili allo stesso modo.

Molto cambia invece sull’aspetto della semplicità d’installazione e sull’estetica finale: il contatto magnetico ad incasso rimane praticamente invisibile una volta montato, perché rimane interno alla porta, ma bisogna avere un minimo di manualità o di pazienza per nascondere bene il tutto e per allineare bene le parti; al contrario il contatto magnetico esterno è molto più facile da installare, ma ti rimarrà a vista.

Se hai la possibilità insomma, a livello estetico ed anche ai fini della sicurezza, è meglio mettere il contatto magnetico incassato, altrimenti vai pure tranquillamente con quello esterno.

Attenzione solamente che non tutti i contatti magnetici ad incasso sono ideali per porta blindata, in quanto devi prendere i modelli specifici che non si smagnetizzano, come questi: contatti magnetici ad incasso specifici per porte blindate.

MC-03L marroni